Gateway DHL per l'aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna

Il gateway DHL verrà realizzato in un lotto rettangolare che si sviluppa per circa 16.700 mq all’interno dell’aeroporto di Bologna – al di fuori del confine doganale tra air e land side, in prossimità del terminal dell’Aviazione Generale.
L’edificio occupa una superficie di circa 5000 mq e si articola in tre elementi funzionali: a. il magazzino (o “warehouse”) per la gestione e movimentazione delle merci, su un’area di circa 4.000 mq; b. gli uffici operativi, per una superficie complessiva di 560 mq; 2 PUD fingers per la movimentazione delle merci su van, con superficie di pavimento pari a circa 425 mq; c. la cosiddetta piattaforma “Casterdeck” per la ricezione e il trasporto delle merci da e verso la zona air side.

Lo schema architettonico concepito da Progetto CMR è composto da un volume unitario alto circa 13 m dove sono collocati magazzino a tutta altezza e due livelli di uffici, cui sono saldati a pettine i corpi di fabbrica lineari destinati a PUD Fingers, alti ognuno 4,5 m.
I quattro fronti dell’edificio sono trattati con i colori giallo e rosso secondo la corporate identity DHL. Composizione architettonica e destinazione d’uso della rispettiva porzione di edificio concorrono a definire la scansione delle due differenti colorazioni. Ampie porzioni trasparenti, realizzate con pannelli in policarbonato, si aprono sui fronti per illuminare e areare l’interno del magazzino. Serramenti disposti lungo la fascia di basamento grigia permettono l’illuminazione e l’aerazione dei locali destinati a uffici operativi.
Strutturalmente, l’edificio è fondato al di sopra di plinti su pali ed è realizzato con elementi in calcestruzzo prefabbricati.
Tanto il progetto strutturale quanto gli impianti MEP sono stati sviluppati da Sinergo in ambito BIM.
La struttura otterà una certificazione LEED silver.