Biblioteca VEZ Junior nella foresteria di Villa Erizzo

VEZ Junior è la nuova biblioteca per ragazzi realizzata dal Comune di Venezia all’interno della foresteria di Villa Erizzo – a sua volta sede della biblioteca civica VEZ. Villa Erizzo sorge nel centro storico di Mestre, in prossimità del borgo della Rosa. La villa e la foresteria furono costruite, nella prima metà del settecento, dal Doge Pietro Erizzo, sull’area occupata da una preesistente “casa dominicale”, con chiesetta risalente al XVII secolo. In origine di fronte alla villa vi era una vasta area alberata destinata ad “ortaglia”, mentre nel retro si estendeva un ampio parco, ornato di viali, fontane e statue, a più riprese eroso dalla crescita della città. Il complesso è vincolato come bene culturale con DM 14.07.1945, ai sensi del D.Lgs. 22.01.2004 n.42, art. 128. Il restauro della foresteria – successivo di qualche anno al restauro della villa (anch’esso curato per la parte impiantistica da Sinergo) – è finalizzato alla riconversione del complesso in biblioteca pubblica e uffici. L’edificio si articola su due livelli per un totale di circa 700 mq. Esso include alcuni uffici del sistema bibliotecario, sale lettura per bambini, servizi igienici e vani tecnici. Il progetto si articola in interventi puntuali a basso impatto, inseriti armonicamente nel contesto. L’adeguamento funzionale ha visto la razionalizzazione degli spazi e dei percorsi di circolazione per pubblico e dipendenti. Oltre a ciò Sinergo ha progettato le opere di consolidamento statico e risanamento delle murature, gli impianti, il restauro della copertura. In particolare sono stati previsti: a. interventi di scuci e cuci per le fessure passanti sulle murature verticali portanti; b. consolidamento di alcuni solai in laterocemento e delle scale; c.rinforzo di travi in calcestruzzo e consolidamento della copertura lignea; d. applicazione di intonaco termoisolante sul lato interno delle pareti perimetrali, al fine di migliorare l’isolamento termico senza modificare le caratteristiche architettoniche delle facciate né ridurre il volume utile interno; e.inserimento di XPS all’interno del pavimento contro terra, in modo da dimezzarne la trasmittanza termica senza modificare lo spessore del pacchetto; f. sostituzione dei serramenti; g. interventi agli impianti termotecnici ed elettrici (installazione di: pompa di calore VRF ad alta efficienza; scalda acqua in pompa di calore monoblocco murale; impianto fotovoltaico integrato sulle coperture piane del corpo a sud della foresteria; corpi illuminanti con sorgente luminosa a LED, sistema di regolazione automatica del flusso luminoso, sistema intelligente di gestione dei quadri elettrici con monitoraggio dei consumi e dell’assetto impiantistico).