Adeguamento della Strada Romea nel tratto tra Chioggia e Mestre

Il progetto di Sinergo sviluppa un’ipotesi di adeguamento e messa in sicurezza del tratto veneto della statale Romea che collega Mestre e Chioggia, a ridosso della Laguna di Venezia. Esso interessa un asta lunga 37 km su un totale di 70 all’interno della Regione Veneto – di cui 27 di adeguamento lungo la gronda lagunare. L’ipotesi su cui si fonda la proposta è che l’adeguamento della strada esistente tra Chioggia a Mestre costituisca un’alternativa al tracciato autostradale previsto per la cosiddetta Romea Commerciale più a ovest, come parte del corridoio autostradale Orte Mestre E45-E55. Questo per una serie di motivi: a. l’adeguamento comporta un minore consumo di territorio rispetto alla realizzazione di un nuovo tratto autostradale – nella misura in cui  si traduce nel solo ampliamento del tracciato esistente della Romea da 2 a 4 corsie; b. l’allargamento del tracciato attuale garantisce accesso immediato e sicuro alla viabilità locale dei comuni di Codevigo, Piove di Sacco, Campolongo Maggiore, Campagna Lupia, Camponogara, Dolo. Il tracciato della nuova Romea Commerciale, al contrario, nel tratto di progetto bypassa i territori che attraversa, senza un beneficio reale in termini di accessibilità alla strada da parte dei residenti; c. i nuovi svincoli proposte permettono di decentrare le fermate dei trasporti pubblici rispetto all’asse stradale della Romea, avvicinandoli ai centri urbani ed eliminando i rischi legati alla sosta dei mezzi a bordo della statale; d. la sistemazione della strada consente di sanare la cesura tra i territori a est e ovest della strada esistente, tramite la realizzazione di percorsi ciclopedonali che attraversano in sicurezza la strada. Il raddoppio della sede stradale – Dal punto di vista del tracciato, l’ipotesi prevede il raddoppio della sede stradale e la realizzazione di un asse viario a due corsie per senso di marcia, secondo la categoria B Extraurbana principale. Tale raddoppio è sviluppato con due ipotesi alternative di allargamento: la prima (ipotesi OVEST) realizza una nuova doppia corsia, ad ovest del Canale Novissimo, la seconda (ipotesi EST) vede l’allargamento della strada esistente verso la laguna.