Liceo classico Eugenio Montale di San Donà di Piave

L’edificio, progettato per la parte architettonica da Planum e per le strutture da AI progetti, è costituito da un corpo di fabbrica alto due piani, con un’impronta a terra di circa 2100 mq. L’area di intervento ricade all’interno del centro urbano di San Donà di Piave. Il sedime su cui è prevista la realizzazione della nuova sede del Liceo Classico Montale si trova a sud-ovest del palazzo di Giustizia. Sul sito insistono preesistenze parte del complesso del polo scolastico dell’ex Cfp (centro di formazione professionale): le fasi dell’intervento comprendono la già avviata risistemazione e messa a norma delle aule e un secondo step che vede l’intera riqualificazione degli immobili.

Il progetto – il nuovo complesso scolastico conterrà 16 aule, un’aula insegnanti, un’aula per la presidenza e una palestra. La volumetria distribuita a T permette di realizzare un giardino nella zona restante del lotto e una piccola corte al primo piano – tra il corpo-scuola e il corpo-palestra – dove sono alloggiati gli impianti. L’ingresso principale al liceo si trova sull’angolo sudoccidentale dell’edificio. L’insieme delle attività didattiche si sviluppa su due piani, realizzando un corpo di fabbrica alto 9,75 m. Entrambi i livelli occupano una superficie lorda di circa 2112 mq e contengono 8 aule. Il plesso è composto da tre ali profonde ognuna circa 20 m: due corpi disposti lungo l’asse nord-sud sono collegati da una terza spina lungo la direttrice est-ovest. Tutti gli ambienti sono serviti da uno spazio di distribuzione centrale che attraversa le ali. I collegamenti tra i due piani della scuola sono realizzati in corrispondenza dell’ingresso e dei punti di saldatura tra le ali.