Ristrutturazione del magazzino 23 nel Porto Vecchio di Trieste

L’intervento curato da Sinergo e Stradivarie Architetti Associati è finalizzato alla ristrutturazione del magazzino 23, all’interno dell’area dell’Adriaterminal, nel Porto Vecchio di Trieste. L’edificio diviene parte del nuovo polo mondiale per la robotica subacquea qui insediato da Saipem. All’interno di quest’area portuale vengono infatti testate le attrezzature utilizzate da Saipem per le lavorazioni sottomarine più avanzate tecnologicamente – robot e droni – ed è istituita l’accademia dove sono formati gli ingegneri e i tecnici specializzandi in quest’ambito.

All’interno dell’edificio, oltre agli uffici a servizio della società Sonsub – controllata da Saipem – è ricavato lo spazio per il ricovero della macchina telecomandata carrier. Unico esemplare al mondo, essa è ‘portatrice’ di un tappo in grado di chiudere un pozzo petrolifero subacqueo cui siano saltate le valvole di sicurezza, evitando così la fuoriuscita di gas e petrolio in mare aperto.