La riqualificazione dell'area dell'ex Centrale del Latte di Vicenza

L’intervento, finanziato grazie al Bando Periferie istituito dalla Legge di Stabilità 2016, si inquadra nel più ampio programma Liberare Energie Urbane del Comune di Vicenza. Esso prevede la riqualificazione dell’areale dell’ex-Centrale del Latte – in prossimità della città storica, nel quartiere di San Bortolo – tramite la conversione della centrale vincolata in centro civico e la realizzazione di un parco urbano. Il progetto architettonico, curato da Studio Macola, prevede di liberare il corpo di fabbrica della centrale dalle superfetazioni intervenute nella seconda metà del Novecento. All’interno dell’edificio, che si sviluppa per tre livelli fuori terra al di sopra di un piano interrato, vengono collocati un bar, spazi per le associazioni, spazi didattici e un piccolo auditorium. Il progetto di paesaggio, curato da Stradivarie Architetti Associati, introduce due nuovi collegamenti ciclabili che attraversano l’area, e raccorda l’imponente basamento della centrale con il nuovo parco urbano. L’evoluzione dello schema progettuale è stata discussa con l’assessorato alla progettazione e sostenibilità urbana del Comune di Vicenza in una serie di incontri con le associazioni e gli abitanti del quartiere San Bortolo.

Il complesso progetto strutturale per l’adeguamento dell’edificio vincolato è stato concordato con la Sopraintendenza competente.