Il distretto sociosanitario di Oltrisarco Aslago a Bolzano: la proposta di progetto (2° classificato)

Dalla relazione di progetto: «Il nuovo distretto socio-sanitario di Bolzano assolve un ruolo di cerniera tra diversi ambiti urbani – la piazza e la strada antistanti, il futuro parco pubblico. Il progetto ne individua i caratteri e stabilisce tra essi delle relazioni, con l’intento di attuare sinergie urbane e valorizzare le dinamiche percettive del sito. Due volumi a L cingono il lato sudoccidentale di piazza Nikoletti e definiscono il fronte lungo via Claudia Augusta. Il corpo rivolto verso la piazza si articola su quattro livelli, attestandosi sull’edificio esistente e riprendendone gli allineamenti. Ciò completa lo spazio pubblico con un unico gesto, facilitandone una lettura chiara e unitaria. Il volume lungo via Claudia Augusta si mantiene più basso, sviluppandosi su tre livelli, così da rapportarsi armonicamente con l’abitato circostante. La discontinuità tra attacco a terra ed elevazione integra l’edificio nel contesto, risolvendo le tensioni urbane del sito di progetto. Mentre il basamento è un filtro tra i diversi ambiti, il volume superiore, separato da una cornice marcapiano, funge da quinta scenica. L’arretramento del piano terra dà continuità al portico esistente attorno alla piazza, evidenziando lo scarto del volume superiore con una linea d’ombra. L’erosione del basamento in tre volumi indipendenti potenzia lo spazio pubblico, rendendolo permeabile alla circolazione pedonale, che avviene attraverso passaggi coperti tra la piazza, il parco e la strada alberata. La trasparenza dell’attacco a terra è ulteriormente accentuata dall’impiego di superfici vetrate, che instaurano relazioni visive tra la piazza e il parco. Al di sopra del basamento la composizione dei prospetti si adatta al ritmo e agli allineamenti dei fronti esistenti, mentre i rivestimenti ricercano un carattere di neutralità. Così il nuovo edificio si inserisce con discrezione in un sistema urbano già molto ricco di elementi, talvolta dissonanti.»