Gateway DHL per l'aeroporto Milano Malpensa

Come per il gateway di Venezia, il progetto strutturale e impiantistico è stato sviluppato da Sinergo in fase preliminare ed esecutiva sulla base dello schema architettonico concepito da Progetto CMR. Sviluppato su un lotto di 46.000 mq, l’edificio rappresenta un centro di grande importanza dal punto di vista dei flussi import/export verso i maggiori centri europei.

L’edificio ha un’impronta in pianta che occupa 18.000 mq. Esso si compone di 3 macro aree: 1. un magazzino principale, definito “Core Body”, di altezza pari a 15 m, con copertura a tegoli alari e shed; 2. un’area denominata “Finger”, che si sviluppa su 2 livelli, in cui al piano terra si trova l’impianto di smistamento e al piano primo la zona Bonded. Il solaio Bonded presenta elevate caratteristiche prestazionali sia nei confronti dei carichi distribuiti che nei confronti dei carichi di punta; 3. una palazzina uffici, che si sviluppa su 4 livelli, coronata da un “Rooftop” in vetro e acciaio per lo svolgimento di riunioni e meeting.

La struttura è completamente prefabbricata.  La pavimentazione industriale è dimensionata per avere prestazioni migliorative rispetto agli standard definiti nelle Norme Tecniche per le Costruzioni 2008. Essa infatti consente l’applicazione di un carico accidentale di 5000 kg/mq e di un carico puntuale di 160.000 kg. Tutto ciò con la massima flessibilità: ovvero il carico massimo è possibile in ogni punto dell’area magazzino. Elevate prestazioni sono state richieste anche per ciò che concerne l’impianto di illuminazione. In particolare, si è utilizzata l’avanzata tecnologia di prima generazione PoE (Power over Ethernet).

Il progetto è stato sviluppato interamente in ambiente BIM.