Riqualificazione dell'ex-caserma Tasso di Belluno

Il progetto recupera l’ex caserma Tasso di Belluno, già Collegio dei Gesuiti. Obiettivo dell’intervento è l’accorpamento degli uffici provinciali del Ministero dell’Economia e delle Finanze di Belluno – Agenzia delle Entrate, Commissione Tributaria, Ragioneria Territoriale dello Stato – in un’unica sede, con il conseguente rilascio di immobili occupati e il risparmio dei relativi canoni per locazioni passive (FIP). Il progetto interviene sulla porzione nord del complesso edilizio, ed è inquadrato in un insieme di spostamenti che interessa più amministrazioni pubbliche nel comune – il cosiddetto “Progetto Belluno”.
L’edificio è parte di un più ampio complesso monumentale – originariamente ospitante il Collegio dei Gesuiti di Belluno – convertito in caserma durante l’occupazione napoleonica. Esso mantenne questa destinazione sotto la dominazione austroungarica, per assumere in seguito all’Unità d’Italia il nome di “Caserma Jacopo Tasso” fino alla dismissione alla fine del XX secolo.
Il progetto è stato interamente sviluppato su piattaforma BIM.

Descrizione sintetica degli interventi – il complesso demaniale, dopo un integrale recupero degli spazi, dovrà ospitare tre diverse amministrazioni pubbliche: Agenzia delle entrate e del territorio, Ragioneria generale dello stato e Commissione tributaria. Gli edifici che lo compongono ricadono in un’area dalla superficie complessiva di circa 1.700 mq prossima al centro di Belluno – precisamente nel quadrante racchiuso tra Piazza Piloni, via Jacopo Tasso, via Attilio Tissi e il parco comunale Città di Bologna. All’interno del lotto un’impronta complessiva di circa 1000 mq è occupata da due corpi disposti sull’asse nord-sud: a est l’ala degli ex dormitori del Collegio alta tre piani il cui ingresso principale si trova su via Tasso, a ovest un corpo longitudinale che unisce una palazzina residenziale alta due piani, un corpo un tempo adibito a garage alto un livello, e l’ambiente dell’antica sacrestia della chiesa – anch’essa oggetto di intervento. Questi corpi longitudinali, saldati a sud al corpo della chiesa dei Gesuiti, racchiudono una corte con accesso carrabile su via Tissi. Le amministrazioni pubbliche verranno insediate all’interno del corpo storico del Collegio, che si sviluppa su 3 livelli e sottotetto per una superficie lorda complessiva di circa 2.650 mq – circa 670 mq per piano. L’edificio verrà adeguato dal punto di vista sismico, impiantistico e della sicurezza antincendio. All’interno della palazzina residenziale su via Tissi, dalla superficie lorda complessiva di 240 mq, verranno riqualificati due appartamenti in duplex. Il corpo dei garage, che si sviluppa su un livello con una superficie lorda di circa 200 mq, verrà demolito e ricostruito con la funzione di archivio a servizio delle amministrazioni insediate nel collegio. Quest’ala di nuova costruzione sarà connessa all’ambiente dell’antica sagrestia, ampio circa 50 mq – che verrà restaurato. Il corpo storico che ospita gli uffici su via Tasso a ovest e il nuovo corpo degli archivi a est verranno collegati da un percorso vetrato che attraverserà la corte. All’interno della corte, che ospiterà alcuni parcheggi di pertinenza del compendio, verranno infine costruiti la scala antincendio a servizio del Collegio e una nuova cabina elettrica di trasformazione.