Elettrificazione del trasporto con autobus elettrici nelle isole del Lido di Venezia e di Pellestrina

A partire dal 2018 il Comune di Venezia ha avviato un programma di contenimento dell’inquinamento prodotto dal trasporto pubblico. Tra gli interventi previsti, particolarmente importante è il progetto per l’introduzione di autobus elettrici nelle isole del Lido di Venezia e di Pellestrina, con la conseguente eliminazione dei tradizionali mezzi a gasolio. Sinergo ha curato il progetto esecutivo delle opere strutturali ed elettromeccaniche necessarie all’elettrificazione delle linee: i punti di consegna in media tensione a 10/20kV e i punti di ricarica. Grazie a questo intervento sarà possibile ridurre di 2.300 tonnellate l’emissione annua di CO2 legata al trasporto pubblico su gomma.

Il progetto – L’intervento prevede l’introduzione di una flotta composta da una trentina di autobus elettrici alimentati ognuno da una batteria. Le batterie sono ricaricate in tutto in 15 punti di ricarica – 9 di tipo veloce, 6 di tipo lento. Grazie all’impiego delle più recenti tecnologie, in questi punti non è necessaria alcuna operazione manuale da parte degli operatori. Inoltre, la ricarica garantirà un’autonomia di percorrenza compatibile con le esigenze di trasporto delle isole. Gli àmbiti di intervento dove si collocano i nuovi punti di ricarica sono stati identificati dalla committente AVM per ottimizzare consumi ed efficienza del trasporto:
A1 – approdo Santa Maria Elisabetta a Lido, chiamato anche àmbito Cavalli2 punti di ricarica veloce;
A2 – deposito degli autobus di via Zeno a Lido  – 6 punti di ricarica lenta, 3 punti di ricarica veloce;
B – Capolinea agli Alberoni 2 punti di ricarica veloce;
C – Capolinea di Pellestrina2 punti di ricarica veloce.

Criteri progettuali – Lo sviluppo di una rete di trasporto pubblico dotata di veicoli elettrici idonei e punti di ricarica veloce permette di contenere le dimensioni e il peso delle batterie e di conseguenza i consumi di energia da parte dei mezzi, in favore delle dimensioni, della manovrabilità e dell’abitabilità interna. Parallelamente, il posizionamento delle ricariche nei capolinea di Lido e Pellestrina risponde alla necessità di utilizzare al meglio i tempi di attesa della corsa. Infatti, i punti di ricarica raggiungono il massimo dell’efficienza quanto più possono sfruttare i tempi di sosta per la ricarica (di solito dai 5 ai 7 minuti). Tuttavia,questi punti di ricarica veloce richiedono una considerevole disponibilità di energia elettrica: pertanto in ognuno dei quattro ambiti essa sarà fornita da nuove cabine di trasformazione.